Fili per resistenze

Chiunque si sia mai avvicinato al mondo delle sigarette elettroniche che tanto furore hanno provocato negli ultimi tempi si sarà chiesto cos’è un filo per resistenze. Per capirlo non ci vuole affatto molto: basta ricordarsi come funziona una sigaretta elettronica. Nell’atomizzatore, difatti, è contenuta una parte collegata alla batteria la cui funzione è quella di riscaldarsi istantaneamente per provocare il riscaldamento del liquido, che in questo modo evaporerà, nebulizzandosi.

Cosa sono?

Come si può ben capire, i fili per resistenze per sigarette elettroniche possono essere i più disparati. Si spazia da quelli più grandi, in grado di nebulizzare velocemente una vasta quantità di liquido contenuto nel serbatoio, fino ai fili di dimensione più piccola, meglio adatte alle sigarette poco potenti. Si tratta di pezzi di ricambio utilissimi che dipendono in gran lunga anche dalla batteria. Basti pensare che collegando un filo di resistenza debole a una batteria troppo potente, si rischierebbe di bruciare il filo compromettendo il corretto funzionamento della sigaretta. Ecco perché non bisogna esagerare con le dimensioni durante la scelta di un filo per resistenza, ma attenersi alle istruzioni del modello.

Come scegliere il filo per resistenza per sigaretta elettronica

In via generale il filo di base viene fornito insieme al modello di sigaretta elettronica acquistato. L’utente non deve fare niente, tranne che iniziare a utilizzare il dispositivo. Qualora il filo per resistenza della sigaretta si dovesse rompere, vi sarebbe necessità di dover installare quello nuovo. A questo punto bisogna ricordarsi le precauzioni del paragrafo prima. Non esagerare con le dimensioni è l’imperativo giusto perché la sigaretta funzioni correttamente.

Il filo dev’essere scelto in relazione alla batteria e non diversamente. Qualora fosse troppo piccolo, brucerebbe; e se fosse troppo grande, non si riscalderebbe. La soluzione migliore è la tipica media. Ovviamente, però, se si ha una sigaretta elettronica con una batteria potentissima si dovrebbe scegliere un filo altrettanto grande. Sul mercato ce ne sono di diversi.

Montare il filo fai-da-te

Molti pensano che montare il filo per resistenza per sigaretta elettronica non sia per niente facile e in linea di massima ha ragione. Si tratta di un pezzo di ricambio che, per essere installato, richiede di possedere numerose conoscenze e competenze. Una qualunque persona non può riuscire nell’ardua missione, ma deve affidarsi alle mani di qualcuno più esperto. Qualcuno in grado di smontare il vecchio filo per resistenza elettronica senza danneggiare la sigaretta stessa, montando il nuovo.

Meglio, quindi, rivolgersi a un centro specializzato per evitare danni alla sigaretta. Qualora, però, non si abita vicino a un negozio specializzato che può occuparsene, ci si deve munire del nuovo filo, di tanta pazienza e di alcuni strumenti, come le pinze. Bisogna smontare l’intera sigaretta elettronica, prendere l’atomizzatore, lasciarlo bollire per 15 min., raffreddarlo e smontarlo. All’interno si troverà il vecchio filo collegato alle pareti. Usando le pinze occorre toglierlo e inserirci il nuovo. Quindi rimontare il tutto.