Batterie

La sigaretta elettronica è ormai diventato un prodotto di largo consumo. Se ne fa un uso quotidiano, in quanto sostituto della classica sigaretta, per questo il consumatore lo porta sempre con sé, in borsa, in tasca, in auto. C’è bisogno, quindi, di scegliere sigarette elettroniche di qualità al fine di evitare malfunzionamenti e di salvaguardare la propria salute, trattandosi, inoltre, di un prodotto tramite il quale vengono aspirate diverse sostanze comunque complesse. C’è bisogno, poi, di procurarsi tutti gli accessori e la parti di ricambio migliori per far sì che la nostra sigaretta funzioni sempre al meglio.

Il ruolo della batteria nelle sigarette elettroniche

La batteria è essenziale per questo tipo di prodotto. Essa fornisce l’energia all’atomizzatore, che rappresenta il cuore della sigaretta, in cui si produce vapore dal liquido contenuto. L’energia fornita, indicata come voltaggio, serve all’atomizzatore per riscaldare, tramite la testina della resistenza, il liquido. Per scegliere la propria batteria occorre considerare il tipo di fumatore, la frequenza con cui utilizziamo questo oggetto. Se si tratta di un fumatore alle prime armi, ad esempio, conviene scegliere una batteria di più semplice utilizzo, mentre un fumatore più esperto potrebbe optare, invece, per una batteria più specifica e più adatta alle diverse esigenze, alle diverse performance che si vogliono ottenere dalla propria sigaretta.

Le batterie manuali sono attivate da un pulsante, il quale fa esercitare una pressione che permette la vaporizzazione del liquido. Quelle automatiche, invece, vengono attivate nel momento stesso in cui avviene l’aspirazione, e sono quelle più adatte a un consumo assiduo della sigaretta. Le batterie a voltaggio variabile permettono di scegliere il tipo di tensione che la batteria darà all’atomizzatore. Più alta sarà la tensione, più elevata sarà la temperatura, di conseguenza il fumo sarà più intenso e il sapore più aromatico. Con una maggiore tensione applicata, la durata della batteria sarà minore.

Quale batteria acquistare?

Non sempre una batteria di un marchio solitamente raccomandato è la migliore in assoluto. Occorre considerare il tipo di uso che facciamo della nostra sigaretta elettronica e la tipologia di fumatore. Ogni batteria possiede un una tensione, vale a dire una differenza di potenziale, espressa in volt, tra il polo positivo e il polo negativo, la quale genera corrente. La potenza, invece, viene espressa in watt, e viene indicata sulla confezione della batteria.

Tra le batterie migliori sono da menzionare, per quanto riguarda un wattaggio minore, ovvero tra i 30 e i 111 watt, la LG MJ1 e la Sanyo NCR. Tra queste le batterie singole raggiungono i 30 w fino ai 37 w, le doppie dai 60 ai 75 e le triple dai 96 ai 111.

Per una potenza tra i 48 e i 65 w per quelle singole, tra i 96 e i 130 per le doppie e tra i 140 e i 175 per le triple, sono consigliate la Samsung 30Q, la Sony VTC6, la Efest 3000 e la LG HG2.

Per un wattaggio compreso tra i 62 minimi per la singola e i 321 massimi per la tripla, la Sony VTC5, la LG HE2, la LG HE4 e la Samsung 25R. Dai 70 minimi per la singola fino ai 270 massimi per la tripla, la Sony VTC4, la Samsung 20R e la Sony VTC5A.

Infine, per un wattaggio dai 96 minimi per la singola e i 324 massimi per la tripla, sono consigliate la Sony VTC3 e la LG HB2.